Lezioni di felicità con la Hygge

Lezioni di felicità con la Hygge

Hygge  non è  solo una parola danese ma anche uno stile di vita che ci aiuta ad apprezzare le piccole cose della vita quotidiana.

Se mi segui su Intagram, sai che da un po’ di tempo sto utilizzando l’hashtag #hoquestacosaconlafelicità per diffondere la gratitudine per tutto ciò che mi sta stare bene, per tutto quello che mi scalda il cuore! Quindi quando in libreria mi sono imbattuta nel libro “Hygge la via danese alla felicità”, una forza attrattiva mi ha spinto a comprarlo.

La ricerca della felicità non è una meta impossibile,  basta saper apprezzare le piccole gioie quotidiane anche quando pensiamo di non aver nulla di bello intorno a noi!

A questo punto ti starai chiedendo qual è il nesso tra il metodo danese e la felicità e soprattutto come tutto questo possa aiutarti a vivere serenamente.

Hygge : che cos’è?

Hygge  è un modo di essere, che ci fa sentire sicuri e protetti; è un esperienza individuale in connessione con gli altri e con l’ambiente che ci circonda che promuove un forte senso di pienezza e appagamento.

Il concetto che sta dietro all’esperienza dell’Hygge, è il concetto di casa o di rifugio, vissuto con piena di consapevolezza nel qui ed ora. Questa è una sensazione che conosci perché se ti fermi a pesare un attimo è una sensazione che provi ogni giorno.

Hygge è il tuo posto al sicuro in cui ti senti a tuo agio. Hygge è l’insieme degli oggetti, luoghi e abitudini che ti regalano un forte senso di comfort e benessere.

Il metodo danese per la felicità però non è solo una pratica individuale, volta a coltivare il proprio piacere in solitudine. Ci  sentiamo completi quando il nostro benessere è in connessione con quello degli altri e con l’ambiante che ci circonda.

La profonda consapevolezza di questa  connessione aumenta la nostra empatia e la nostra capacità di stare in sintonia con l’ambiente.

La nostra mente sviluppa nuove sane abitudini, preziose per il nostro benessere:

  • un senso di protezione e di calore;
  • un atteggiamento di curiosità e meraviglia;
  • la capacità di stare assieme agli altri.

I 3 punti fondamentali

Gli elementi che caratterizzano l’esperienza hygge, sono tre:

  1. Interiorità
  2. Contrasto
  3. Atmosfera

Interiorità

L’interiorità è un concetto complesso con mille sfaccettature ma che può essere definito dall’equilibrio tra spazio interno ed esterno.  Nel momento in cui diventiamo consapevoli che il nostro spazio esiste in relazione agli altri, diventiamo consapevoli dei confini nostro rifugio.

Contrasto

Il contrasto si fonda sull’elemento del dentro-fuori della nostra intimità. Impariamo a stare nel presente con la consapevolezza di ciò che accade fuori e dentro di noi.

Per alcuni versi questo aspetto mi ricorda molto la pratica della mindfulness, ovvero quella presenza mentale rivolta verso il mondo interno ma che è strettamente collegata con il mondo esterno.

Atmosfera

Per poter raggiungere questo senso profonde dell’essere, è necessario costruire un ambiente armonioso intorno a noi. Un ambiente in cui possiamo percepire costante quel senso di calore, protezione e appartenenza.

Hygge: in pratica

Praticare l’Hygge è molto semplice e forse quando leggerai questa lista di cose da fare, ti renderai conto che alcune cose fanno già parte del tuo quotidiano!

To-list della Hygge

  1. atmosfera
  2. presenza
  3. piacere
  4. parità
  5. gratitudine
  6. armonia
  7. comfort
  8. tregua
  9. condivisione
  10. riparo

hygge

La prima cosa che dobbiamo fare per sentirci bene, è creare l’atmosfera giusta. Può essere un angolino di casa, come ad esempio quella poltrona su cui ti rilassi mentre bevi un tè e leggi un buon libro, con la luce suffusa data dalle candele o dalla lampada.

L’atmosfera giusta è tutte quelle situazioni in cui ci sentiamo al riparo, tutte quelle situazioni di comfort  in cui ci sentiamo rilassarti e comodi.

Potrai vivere il tuo momento hygge ogni volta che vivi una  presenza  densa, in cui ti sentiti libera di vivere la tua intimità mentre osservi tutto ciò che accade fuori e dentro di te, lasciando andare giudizi, paure, lamentele.

È solo quando ci sentiamo interconnessi con noi stessi e con il mondo che possiamo davvero godere appieno dei piccoli piaceri della vita senza sentirci sovrastati dai sensi di colpa! Per questo uno degli elementi della hygge è saper provare piacere per tutte quelle cose che colorano le nostre giornate dal caffè condiviso con un’amica al tepore della coperta che ci avvolge a fine giornata.

Presenza è anche saper ascoltare e dialogare con chi è di fronte a noi, mettendo da parte gli egocentrismi per lasciare spazio all’empatia; impariamo a rispettare il punto di vista altrui e ad evitare inutili discussioni che non fanno altro che inquinare i rapporti.

Questo modo di vivere, ti permetterà di coltivare una gratitudine vera e profonda per tutto quello che ti accade, in perfetta armonia con l’ambiente circostante.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.